Columbidi

Sono uccelli di piccole e medie dimensioni (da 15 a 80 cm di lunghezza totale), con corpo compatto, testa piccola, piumaggio folto e soffice molto variabile nella colorazione, spesso anche estremamente vivace. Le ali sono più o meno allungate; la coda è generalmente piuttosto corta, squadrata o appuntita; le zampe sono corte con i piedi forniti di tre dita anteriori e uno posteriore di uguale grandezza. Il becco è di media lunghezza, da sottile a robusto, con una vistosa cera alla base; il gozzo è voluminoso e provvisto di due tasche laterali. Presentano scarso dimorfismo sessuale e sono rigorosamente monogami; emettono suoni caratteristici e inconfondibili (il tubare) specilmente durante il periodo del corteggiamento. Sono ottimi volatori; nidificano spesso in coloniepiù o meno numerose sugli alberi, sul terreno in fenditure o cavità naturali o artificiali, nei muri sotto i tetti o i cornicioni. I nidi, costriti con paglia e ramoscelli, sono a piattaforma; vi vengono deposte 1-2 uova che vengono covate da entrambi i genitori. I piccoli per i primi dieci giorni di vita vengono nutriti dai genitori mediante una secrezione del gozzo detta comunamente “latte di piccione”. Si cibano essenzialmente di frutti, bacche e semi, ma anche di insetti, lumache e vermi. Per le loro carni delicate questi Uccelli sono molto apprezzati dall’uomo, che nel secolo scorso ha causato l’estinzione di alcune specie con una caccia indiscriminata.

Tratto da: Enciclopedia del regno animale. Mondadori.

© Copyright 2011 Museo di Sarnano. Tutti i diritti riservati. Credits
Up